sabato 5 marzo 2011

Esistono tanti modi per rovinare un libro.. Sgrunt!

Come dice già il titolo esistono tanti modi per rovinare un libro, anche solo dalla suddivisione dei libri..
Il primo che mi viene in mente è sicuramente quello delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George Martin.. In lingua originale i libri sono molti meno e nella traduzione italiana ogni libro è stato suddiviso in due... Da qui si capisce come mai in volume sì e nell'altro no, ci sia il prologo... No, non è una stramberia dello scrittore, sono speculazioni belle e buone! Un altro esempio che posso riportare è quello della saga di Lisa Jane Smith, I diari delle streghe. In origine i libri erano tre, poi non si sa bene come durante la traduzione il secondo libro si è sdoppiato O.o


E se un libro è già guastato da queste divisioni insensate e a volte anche da titoli poco appropriati, come può non essere devastato dalla copertina, che è la prima cosa che si nota?
Facciamo un esempio...



Sicuramente avrete visto in giro queste "nuove" copertine di questi tre classici. Partiamo subito dal disegno..
Intanto per cominciare quel fiore richiama troppo quelle insulse storie che impropriamente vengono definite "romanzi", con vampiri, angioletti, demoni e chi più ne ha più ne metta. Ricordiamo ad esempio le copertine di uno dei libri di Twilight e Evermore.
Passiamo alle frasi assurde ed evitabilissime.. "Il Più grande amore proibito" se l'aggiudica niente popò di meno che Romeo e Giulietta; "L'amore non muore mai.." è il castigo di Cime tempestose, e per finire a Orgoglio e pregiudizio una ridicola rivelazione "Non sempre è amore a prima vista"... Ma non finisce qui, perchè a rendere la cosa ancora più ridicola troviamo anche un bollino che dice: "I libri preferiti di Bella e Edward"............
E, se non ricordo male, non tutti e tre erano menzionati nella saga, quindi ancora peggio. A dare il colpo finale però è lo scopo di tutto ciò, che non è sicuramente quello di avvicinare i più giovani ad una lettura un poco più impegnativa, ma solamente per attirare un sacco di fan sfegatate e ingenue. Non è sufficiente il fatto che i libri della Meyer siano già di per sé un insulto verso gli altri libri, ma così insultano anche la letteratura..! Poveri autori, a rivoltarsi nelle tombe, costretti ad assistere a tali idiozie!

Per finire abbiamo la rivisitazione dei testi classici, come questo obrobrio.....



Dopo aver visto questo coso, stavo per mangiarmelo a morsi! Ma dico... siamo usciti fuori di melone??? Rovinare Mr Darcy... è imperdonabile! Spero almeno che non sia sbrulluccicante come Edward.. (che anche volendo ridicolizzarlo non si potrebbe, visto che è già segnato.. Forse si potrebbe solo attaccargli addoso un cartellino con su scritto: "Non è un comune giocattolo, questo si illumina alla luce del giorno!" Di solito le cose si illuminano al buio, che ha più senso, poi però se la vede lui, se scarica le pile inutilmente u.u)
Ora mi sono accanita solo su Twilight, ma volendo tornare al mio intento di fare un discorso generale.. Oramai questa moda ha preso piede e in libreria è quasi impossibile andare perchè ovunque ti giri trovi libri commerciali, con storie identiche dove appena cambiano i nomi dei personaggi... ma rovinare i classici no, questo davvero non mi sembra...giusto. Certi libri hanno lasciato il segno nella storia, autori d'importanza mondiale.. non abbiamo alcun diritto per ridicolizzare certe cose che almeno dovrebbero rimanere intatte, invariate.

Alisa

3 commenti:

  1. Mamma mia che risate! Ma ci voleva, davvero. Sto male quando penso che su cinque stelle a "Twilight" e ad "Eclipse" ne ho date tre. O.o
    In quel periodo ero frustrata e non avevo niente di meglio sottomano. Questa mi sembra l'unica spiegazioni possibile. XD

    RispondiElimina
  2. Ma guarda, forse alla fine uno non si accanirebbe così su un libro fino a ripudiarlo e disprezzarlo completamente.. solo che veramente, ci hanno assillato tra film, cofanetti, giornali, "le biografie non autorizzate" e il diario del regista del film.... insomma tutte capperate assurde che finiscono solo per fonderti i neuroni sopravvisuti..

    RispondiElimina
  3. Che ci vuoi fare carissima? Io ormai prendo tutto con le pinze se viene accolto come un re ai cortigiani perché mi sembra sempre di sentire puzza di bruciato. Non per fare la stronza che deve sempre criticare qualcosa ma guarda "Acciaio": candidato al premio Strega (se l'ha vinto non so), trama decisamente accattivante, scritto in maniera orribile con imprecazioni e espressioni "da paese". Non mi sta bene che ci sono espressioni tipiche di Piombino come non le apprezzo in un libro ambientato a Milano o in qualunque altra parte.
    In definitiva dico che non apprezzo queste pubblicità inutili che fanno solo buttare soldi e tempo prezioso alla gente quando è solo una bugia.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...