mercoledì 24 agosto 2011

Desideri irrealizzabili..

Buongiorno, gente! =)
Dopo il delirio dell'ultimo post, torno all'attacco con uno sfogo suscitato da una domanda su yahoo..
L'utente chiedeva se desiderassimo anche noi, come lei, essere qualcosa di più, di distaccarci da questa cosiddetta normalità.. E io vi ripropongo ciò che ho scritto, visto che sono solita comunicarvi i miei pensieri e servirveli sul post d'argento, aperti a qualsiasi vostro commento..



Ho sempre desiderato, da quando mi sono avvicinata ai libri fantasy, di essere il personaggio di quella storia, anche secondario, ma vivere sulla mia pelle, in prima persona, tutte quelle sensazioni. Respirare aria di realtà nuova, pulita, incontaminata, di creare spazi con la mente e di poterci entrare sempre quando si ha voglia e magari non tornare neanche più indietro. Vivere in una storia, essere la storia, modellarla ed essere qualcuno diverso da quell'ordinario te stesso, insignificante per la maggior parte della gente che ti sta attorno, incapace di saper sopravvivere in circostanze spinose con la sola forza primitiva e l'ingegno che ha caratterizzato gli uomini di un tempo e che ora, molti di noi, hanno perso dato che ora ci pensano le macchine a lavorare per noi.
E sì, anche essere ricordati dal mondo per le tue imprese, le tue gesta raccontate in mille e mille ballate a suon di lira e cetra, il tuo nome pronunciato con un timore reverenziale da chiunque. Ma forse mi basterebbe anche distinguermi solo per la mia saggezza, per il confine infinito della mia cultura, essere ricordata almeno dalla poca gente che mi circonda. Avere la forza di affrontare la vita e la morte, di offrire a chi implora un aiuto la mia mano.
Quante volte ho sognato di essere il personaggio del mio libro! Quante volte, leggendo, ho sentito sulla pelle quelle sensazioni! Quante volte ho chiuso le finestre dei miei occhi e ho vagato per le stanze e i corridoi della mia mente, alla ricerca di immagini vissute tra le pagine che adesso si confondono tra loro e creano un paesaggio dolcemente e stupendamente distorto!
Ma le catene, le pesanti catene di questa dura realtà mi inchiodano ancora con i piedi al suolo. E l'unico modo per spiccare il volo è scrivere e leggere, leggere e scrivere, in un vortice vizioso che non avrà mai fine.


Yvaine

4 commenti:

  1. Chi, meglio di me, può comprendere quello che hai scritto in questo post? =S

    RispondiElimina
  2. La penso come te,gemellina ^-^

    RispondiElimina
  3. Eheh.. siamo tutte ragazze sfortunate!
    Beh, almeno ci facciamo compagnia, pensavo di essere l'unica!
    Potremmo creare una comunità da qualche parte.. che so, in Irlanda, mettere in piedi un villaggio e vivere come nel medioevo *-*

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...