venerdì 4 novembre 2011

Pillole Austeniane! ;)

 

Oggi voglio proporvi, miei cari lettori, qualche frase tratta dai due libri che per ora ho avuto il piacere di leggere della mitica Jane Austen. Spero che invoglino coloro che non li hanno letti a farlo al più presto e che rievochino invece piacevoli ricordi a coloro che li hanno gustati e apprezzati quanto me ^^
Da Orgoglio e Pregiudizio

 

L'orgoglio è un difetto assai comune. Da tutto quello che ho letto, sono convinta che è assai frequente; che la natura umana vi è facilmente incline e che sono pochi quelli che tra noi non provano un certo compiacimento a proposito di qualche qualità - reale o immaginaria - che suppongono di possedere. Vanità e orgoglio sono ben diversi tra loro, anche se queste due parole vengono spesso usate nello stesso senso. Una persona può essere orgogliosa senza essere vana. L'orgoglio si riferisce soprattutto a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi. 

***

Da quel momento fu giudicato per sempre: era il più orgoglioso, il più antipatico uomo che si potesse vedere, e tutti speravano che non sarebbe mai più tornato. La più accanita contro di lui era Mrs Bennet, la cui antipatia verso il suo contegno in genere era maggiormente inasprita da un risentimento particolare, dovuto al fatto che aveva disprezzata una delle sue figlie.


***


La natura umana è così incline a trovarsi delle scuse!

***

L'immaginazione di una donna è molto veloce; salta dall'ammirazione all'amore e dall'amore al matrimonio in un momento.

***

Sono poche le persone a cui io voglio veramente bene e ancor meno sono quelle di cui io nutro una buona opinione. Più conosco il mondo e meno ne sono entusiasta: ogni giorno che passa mi conferma nel mio giudizio sull'instabilità dei caratteri e sullo scarso affidamento che va fatto su ciò che può apparire merito o ingegno.

***

Ho lottato invano. Non c'è rimedio. Non sono in grado di reprimere i miei sentimenti. Lasciate che vi dica con quanto ardore io vi ammiri e vi ami.

***

È una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo facoltoso debba sentire il bisogno di prendere moglie. Per questo, appena un tale uomo appare all'orizzonte, tutte le famiglie del vicinato lo considerano proprietà legittima delle loro figlie in età da marito.

***

Non avrei potuto essere più disperatamente cieca se fossi stata innamorata. Ma è stata la vanità, non l'amore, che mi ha perduta.

***


Lizzie: Mi chiedo chi abbia scoperto che la poesia ha il potere di scacciare l'amore.
Darcy: Credevo fosse il nutrimento dell'amore.
Lizzie: Se l'amore è deciso e vigoroso, può darsi. Ma se è solo una vaga inclinazione penso che un misero sonetto lo faccia morire di fame.
Darcy: Cosa raccomandate dunque per incoraggiare i sentimenti?
Lizzie: La danza. Persino se il cavaliere è appena passabile.



 Da Emma



La natura umana è così ben disposta verso persone che sono in situazioni interessanti, che di una persona giovane che si sposi, o che muoia, non si dirà sicuramente altro che bene.

***

«Non so se dovrebbe essere in questo modo, ma di certo le sciocchezze cessano di essere tali, se fatte da gente assennata in modo sfacciato. La cattiveria è sempre cattiveria, ma la sciocchezza non è sempre sciocchezza. Dipende dal carattere di quelli che la praticano»

***

[Il signor Knightley] L’aveva trovata agitata e depressa. Frank Churchill era una canaglia. L’aveva sentita dichiarare che lei non l’aveva mai amato. Il carattere di Frank Churchill non era poi così terribile. Lei era la sua Emma, gli aveva dato la mano e la parola, quando erano rientrati in casa; e se lui avesse potuto pensare a Frank Churchill in quel momento, forse l’avrebbe ritenuto un gran bravo ragazzo.

***

<<[...] Lasciate fare a me. Inviterò io i vostri ospiti>>.
<<No>>, rispose lui con calma, <<Al mondo c'è una sola donna sposata a cui io posso consentire di invitare gli ospiti che vuole a Donwell, e questa è...>>
<<...la signora Weston, supongo>>, lo interruppe la signora Elton, alquanto mortificata.
<<No... la signora Knightley; e fino a che non ci sarà una signora Knightley, provvederò per conto mio a simili faccende>>.

2 commenti:

  1. Sono citazioni molto belle *W*

    RispondiElimina
  2. Sono contenta ti siano piaciute, anche se mi sarebbe piaciuto fare prima questo post, in modo da ricordarmi bene i punti del libro che mi avevano colpita di più.. solo che.. eh sì, me ne sono scordarta xD
    Ho dovuto cercare sul web =(

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...