mercoledì 23 maggio 2012

In My MailBox #2



Buon merdoledì sera ragazzi! Eccoci per la seconda puntata (ufficiale) della rubrica In My MailBox, nota a tutti voi! ^^
Oggi vi presenterò un altro dei libri che ho comprato alla Fiera del Libro.
Prima di questo però vi ribadisco che l'appuntamento della rubrica è fissato per ogni mercoledì e potrebbe non essere così regolare, appunto, per la mancanza di libri da presentare.
Inoltre vi ricordo che io e la mia sorellina Mirial del blog Sogni di una notte di luna piena abbiamo apportato alcune modifiche alla rubrica, per renderla un po' più personale e per darvi un'idea più chiara del libro che andiamo a presentervi: la novità consiste nel riportare, oltre alle informazioni più generali, anche la prima pagina del libro. ^^
Detto ciò, vi presento il primo acquisto!


Titolo: Moonacre. Il cavallino bianco
Autore: Elizabeth Goudge
Pagine: 271
Editore: BUR Rizzoli
Prezzo: 9,00 €
Serie: Autoconclusivo

Trama

Maria Merryweather ha tredici anni quando, rimasta orfana, si trasferisce a Moonacre Manor, ospite di un ricco, eccentrico cugino. L'antica dimora si rivela colma di mistero e di segreti e Maria scopre ben presto di essere predestinata a salvarla dalla scomparsa, riscattando le colpe dei suoi antenati che ne hanno segnato la sorte. Grazie all'aiuto delle magiche creature che da sempre abitano l'incantevole vallata e alla sua determinazione, Maria, ultima Principessa della Luna, riuscirà a salvare Moonacre e a riportarvi la serenità perduta.
Estratto
  La carrozza sussultò ancora una volta, e Maria Meryweather, Miss Heliotrope e Wiggins caddero di nuovo uno sull'altro, senza fiato; poi si ricomposero e si concentraronosugli oggetti da cui ciascuno traeva la forza e il coraggio per affrontare quella situazione. 
Maria contemplò i suoi stivali. Miss Heliotrope si sistemò gli occhiali, raccolse da terra il libro sciupato di saggi in francese, mise in bocca una mentina e si sforzò di distinguere nella luce fioca i sinuosi caratteri di stampa sulla pagina ingiallita. Wiggins invece cercava di ritrovare con la lingua il sapore della cena smaltita già da tempo, che continuava ad aleggiare tra i suoi baffi.
L'umanità si divide più o meno i tre categorie: quelli che trovano conforto nella lettura, quelli che si consolano con i propri ornamenti e quelli che si appagano con il cibo; e Miss Heliotrope, Maria e Wiggins erano tipici rappresentanti di ognuna di queste.
Maria, l'eroina della nostra storia, va descritta per prima. Nell'anno di grazia 1842 aveva tredici anni ed era considerata poco attraente, con quegli occhi grigio argento fastidiosamente penetranti, i lisci capelli rossi e il faccino pallido pieno di lentiggin.

2 commenti:

  1. Nuova follower, bellissimo blog!
    Anche io ne ho uno, ti piacerebbe dare un'occhiata?
    E' questo: blogdelloscrittore.blogspot.com
    Ti aspetto! ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao yuyaa!!!
    Grazie mille, passerò presto da te!! =)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...