mercoledì 20 giugno 2012

In My MailBow #5



Rieccoci con la rubrica In My MailBox! ^^
La scorsa settimana ho ordinato un due libri sul web e oggi voglio presentarvelo ;)
Prima di cominciare però, viricordo che l'appuntamento con questa rubrica, che è fissato per ogni mercoledì, potrebbe non essere così regolare, appunto, per la mancanza di libri da presentare.
Inoltre c'è una novità per questa rubrica ben nota a tutti voi ^^
Io e la mia sorellina Mirial del blog Sogni di una notte di luna piena, avevamo pensato di personalizzare questo appuntamento, riportando, oltre alle caratteristiche generali, anche la prima pagina del romanzo in modo che possiate farvi un'idea più chiara del libro ^^
Detto ciò, passiamo alla presentazione del mio acquisto!



Titolo: La principessa sposa
Autore: William Goldman
Pagine: 329
Editore: Marcos y marcos
Prezzo: 15,00 €
Serie:Autoconclusivo
 
Trama
 
Un celebre sceneggiatore è disperatamente a caccia di una copia del romanzo chiave della propria infanzia. Quel romanzo gli aveva spalancato orizzonti impensati, rivelato uno strumento strepitoso: la lettura. Darebbe un occhio pur di trovarlo, vorrebbe regalarlo al figlio viziato e annoiato, sperando che il prodigio si ripeta. Quando ne agguanta una copia, si rende conto che molti capitoli noiosi erano stati tagliati dalla sapiente lettura ad alta voce del padre. Decide di riscriverlo. Togliere lungaggini e divagazioni. Rendere scintillante la "parte buona". La magia si realizza. Il risultato è straordinario. Si parte da una cotta clamorosa, un amore eterno tra un garzone di stalla e la sua splendida padrona, che sembra naufragare a causa di una disgrazia marittima. C'è poi il di lei fidanzamento con un principe freddo e calcolatore. Poi c'è un rapimento, un lungo inseguimento, molte sfide: il ritmo cresce, l'atmosfera si arroventa. Il trucco della riscrittura arricchito da brillanti "fuori campo" dell'autore - l'incanto di personaggi teneri o diabolici, i dialoghi perfetti, fanno crescere il romanzo a livelli stellari. Disfide, cimenti, odio e veleni, certo. Ma anche vera passione, musica, nostalgia.
 
Estratto
 
Tra tutti i libri del mondo questo è il mio preferito, anche se non l'ho mai letto.
Come mai? Vediamo di spiegarlo. Da bambino i libri non mi interessavano, punto e basta. Odiavo leggere, facevo fatica, e poi dove l'avrei trovato, il tempo, quando c'erano tutti quei giochi ansiosi di farsi giocare? Di pallacanestro, baseball e biglie, non ne avevo mai abbastanza.
Non che fossi un campione, ma con un pallone e un campo vuoto sapevo inventare trionfi all'ultimo minuto da commuovere fino alle lacrime.
La scuola era una rottura. Miss Roginski, la mia maestra dalla terza alla quinta, convocò più volte mia madre. "Ho l'impressione che Billy non si applichi quanto potrebbe". Oppure: "Quando lo interrogo, rende sorprendentemente bene, considerando come si comporta in classe". Oppure, ancora più spesso: "Mrs Gldman, che cosa possiamo fare con lui?"
Cosa faremo con Billy? fu la frase che mi perseguitò in quei primi dieci anni. Facevo finta di niente, ma segretamente mi pietrificava.
Ero distante da tutto e da tutti. Non avevo veri amici, non c'era un'anima con un trasporto pari al mio per ogni tipo di gioco. Ero sempre impegnatissimo, ma a ben guardare avrei dovuto ammettere che, nonostante le mie attività frenetiche, ero molto solo.
"Cosa possiamo fare con te, Billy?"
"Non lo so, miss Roginski".

Quali sono i vostri ultimi acquisti? ^^

Yvaine
 

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...