venerdì 2 novembre 2012

"La Stirpe di Agortos" Blog Tour #2


Buon pomeriggio Folletti curiosi che venite a sbirciare da queste parti! : P
Ne approfitto per ringraziarvi ^^ In questo ultimo periodo siete cresciuti di molto e vi ringrazio per i vostri commenti! :,)

Be', come avrete notato anche oggi vi parlo di questo libro, ma questa volta lo farò in modo un po' diverso..
La cara Alessandra (o Elisabeth, come preferite), che dal giorno dell'intervista non ho più lasciato in pace neanche per un secondo (povera!!), mi ha gentilmente offerto di partecipare a questa iniziativa. Si tratta di un Blog Tour: a turno, su diversi blog, verranno pubblicati dei post in cui vari personaggi della storia si presenteranno, parleranno di se stessi, tramite una lettera indirizzata al lettore.
Il primo appuntamento del Blog Tour lo trovate qui sul blog di Anita Borriello, dedicato ad Anika.
Oggi invece, per la seconda puntata, si parlerà di FEude, l'anziana donna che ha sempre vissuto in casa di Anika. In questa lettera spiegerà e giustificherà la decisione inaspettata che prenderà nel romanzo e che cambierà il futuro di Anika.
Un personaggio forse poco amato, che tuttavia in questa lettera si “difende” così....






Caro lettore,
so che non mi perdonerai mai per quello che ho fatto ad Anika. Come non me lo perdonerà Airen, e questo sarà un rimpianto che le mie membra stanche e vecchie si porteranno nella tomba.
Ma come potevo io comprendere ciò che mi accadeva attorno? Come potevo capire quali fossero le vere intenzioni delle mie amate Anika e Airen, bambine che ho visto diventare donne e verso le quali ho sempre nutrito un profondo affetto materno?
Credi davvero, lettore, che io non abbia sofferto per loro e per quello che sono stata costretta a fare?
Continuo a ribadire che tutto ciò non sarebbe mai accaduto se Agortos fosse stato più presente. Il mio disappunto verso le abitudini di quest'uomo sono diventate a lungo andare astio. Non ho mai capito perché lasciasse la sua casa così spesso, abbandonando quasi le sue donne a loro stesse. L'unica cosa che non gli rimprovererò mai è quella di aver mandato Airen a castello.
Perché non l'ha fatto anche per Anika? Perché non l'ha sottratta a una vita solitaria? Vederla ogni giorno avventurarsi per i sentieri impraticabili del bosco mi straziava il cuore. Ierèa, che fino all'ultimo mi ha tenuta accanto a sé, invece non sembrava preoccuparsi per questo. Anzi, a volte si recava nel bosco assieme a sua figlia, e l'ha fatto fino a quando la malattia non glielo ha impedito costringendola a letto. Da quando la donna si è ammalata mi sono sempre chiesta che fine avrebbero fatto le due ragazze una volta rimaste orfane. Il mio cuore vecchio si è incupito a causa di quei pensieri, e la mia preoccupazione è diventata tale che quando mi è sembrato di trovare una possibile via d'uscita non ho esitato a prenderla.
Dunque non odiatemi per ciò. Commiseratemi se volete, ma giuro che credevo di fare loro del bene.
Ho capito troppo tardi, caro lettore, che le leggi degli uomini sono infime. Ma sono vecchia, analfabeta, e ho trascorso la mia vita a preoccuparmi principalmente di non morire di fame.
Spero solo che le mie ragazze stiano bene.
Prego gli dei per questo ogni sera.

Feude

4 commenti:

  1. Libri in una versione divertente ahah

    RispondiElimina
  2. Grazie per aver ospitato Feude!!! *_*

    RispondiElimina
  3. Ciao Alessandra! Non c'è di che! =P
    Ripassa quando vuoi ;)

    RispondiElimina
  4. ciao bella ho condiviso su facebbok https://www.facebook.com/pages/Libri-Che-passione/198403203628218?ref=ts&fref=ts

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...