giovedì 17 gennaio 2013

L'Era dei Draghi. Le Rune di Zumaran. Intervista a Gaetano Castiglione.

Folletti e Creature Magiche, oggi è un giorno speciale qui, al Pozzo dei Sussurri!
In questi ultimi mesi ho avuto qualche ospite e questo 2013 si apre altrettanto bene, con la presenza di un neo scrittore! : )
Come sapete, mi piace aiutare i giovani scrittori emergenti dando loro un po' di visibilità, ma soprattutto mi piace confrontarmi con le persone e conoscere la loro esperienza, perché può essere d'aiuto e d'incoraggiamento! ^^
E così, tramite la pagina facebook che gestisce - Mondo Fantasy - , ho scoperto che stava per pubblicare questo intrigante libro...
Che ne dite se lasciamo da parte le chiacchiere e cominciamo a conoscere meglio L'Era dei Draghi? ; )

Titolo: L'Era dei Draghi. Le Rune di Zumaran. 
Autore: Gaetano Castiglione
Pagine: 282
Editore: Montecovello Editore
Prezzo: 16.00 €
Serie: Autoconclusivo
 
 Trama


Si ha un concetto diverso di immortalità, da giovani. Ti sembra che si possa tenere l’intero pianeta nel palmo della mano, e che il fiore degli anni non appassisca mai. Ma quando vedi oltrepassare i secoli, e vedi i propri cari decadere uno ad uno, il cuore ti si raggrinzisce, e la propria esistenza diventa una completa ed infinita agonia.
Qui trovate la pagina facebook dedicata al libro:  L'Era dei Draghi. Le Rune di Zumaran
Mentre qui potrete acquistarlo: Acquista il libro!

E adesso, date queste informazioni generali, non posso far altro che lasciare la parola a Gaetano! 


 

Ciao Gaetano! Grazie innanzi tutto per aver accettato il mio invito e per la tua disponibilità nel tenerci compagnia questo pomeriggio, sul bordo del Pozzo dei Sussurri! ^^
Sono davvero contenta di essere incappata per caso nel tuo libro e di avere l’opportunità di far conoscere, seppur nel mio piccolo, un giovane esordiente.
Direi quindi di rompere il ghiaccio con una domanda molto semplice: ti va di raccontarci qualcosa su di te?
Il piacere è tutto mio! Anzi, colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che seguono il sito, rivolgendo un particolare “grazie” alla gentilissima intervistatrice! Sarò fiero di puntare questa mia prima intervista per il Pozzo dei Sussurri come mio punto di partenza. Comunque, tralasciando ulteriori ringraziamenti, mi presento. Mi chiamo Gaetano Castiglione e sono un ragazzo di 19 anni, abito ad Angri in provincia di Salerno. Ho iniziato a scrivere alla giovanissima età di 9 anni, tralasciando però che i miei “racconti” erano alquanto dislessici e privi di storia. Dico questo per indicare soltanto come la mia passione per la scrittura sia nata in età giovanissima, incrementando sempre più fino ad oggi. Sono sicuro che sarà una passione che mi porterò per sempre.



Ora parliamo del tuo libro, L’Era dei Draghi. Le Rune di Zumaran. Come e quando è nata la storia di Tanomir? Qual è stata la miccia che ha acceso la tua ispirazione?
Ho iniziato a scrivere le prime pagine l’8 gennaio del 2010. Come i miglior libri, è nato tutto all’improvviso, niente di premeditato. Stavo semplicemente guardano le stelle in una serena notte (Sembra quasi una parte di un film!), sono corso in camera in una vera e propria estasi di fantasia. Lì, sul terrazzo della mia abitazione, posso dire che è nata l’opera “L’Era Dei Draghi”.



Quando uno scrittore dà il via ad una storia, essa automaticamente prende vita e, per lo stesso autore, assume un po’ la stessa importanza e lo stesso valore di un figlio. Così accade anche per i personaggi, a cui a volte ci si affeziona irreparabilmente. Ma tra di essi c’è qualcuno che apprezzi più di tutti? E quale personaggio ti rispecchia di più?
Hai colto in pieno l’animo della scrittura! Uno scrittore sente la propria opera sua proprio come una madre con un figlio. Ho pianto per i miei personaggi e ridevo nelle loro battute. Ho vissuto tramite loro. Nei momenti più tristi della mia vita ho trovato il sorriso grazie a loro. Può sembrare strano, ma sono parte integrante della mia vita. Riallacciandoci al discorso precedente, proprio come una mamma, non ho dei personaggi preferiti, perché ognuno rispecchia una parte di me. Ad ogni modo, il mio vero alter ego è il protagonista, Tanomir di Lithiun. Il nome infatti nasce da parte del mio (Tano, come mi chiamano gli amici qui) e la desinenza MIR, appartenente alla stirpe degli uomini del capolavoro di Tolkien, Il Signore Degli Anelli. Tanomir rispecchia la mia cocciutaggine, la mia dolcezza e quello che un giorno vorrei diventare. Lui impersona i miei vizi e le mie virtù!


Durante i miei tentativi di scrivere un libro ho speso molto tempo nel cercare immagini fantasy che potessero rappresentare i protagonisti delle mie avventure. Anche tu ti sei dilungato in simili ricerche? Se sì, ti va di mostrarci l’immagine che più assomiglia a Tanomir? Oppure, se preferisci, dicci il nome di un attore che vedresti bene per interpretare il ruolo del protagonista.
Mi sono sempre “vantato” di una cosa. Non ho mai utilizzato immagini per rappresentare le ambientazioni, non ho mai preso spunto da nulla. È tutto frutto della mia immaginazione. La mia inesperienza di certo si potrà notare anche nelle descrizioni, ma sono fiero e continuerò su questa linea. Ho intenzione di farcela con le mie forze e basta, è una sfida che ho lanciato a me stesso. Non nego che ho ripensato più volte a chi potesse impersonare al meglio il mio personaggio, e posso soltanto dirvi che la buon’anima di Heath Ledger, era l’unico che si avvicinava di più alla descrizione di Tanomir.


Secondo la tua esperienza, sia dal punto di vista di lettore che di scrittore, qual è la scena o la situazione che faresti più fatica a descrivere?
Senza dubbio la scena sentimentale. È stata la parte più difficile da scrivere anche nell’opera in questione. Non è facile trasmettere sentimenti così complicati al lettore. Anche scrittori di un certo calibro non ci sono riusciti. È una bellissima domanda perché, nel momento in cui riuscirò a far piangere o ridere un lettore, mi riterrò soddisfatto del mio operato. È a questo che punto, magari non oggi, ma un domani!


E’ un dibattito che spesso sentiamo fare o di cui leggiamo qui sul web e vorrei sapere il tuo parere: sei pro o contro gli ebook?
Assolutamente contro. Io sono dell’opinione che la tecnologia debba svilupparsi su tutto, ma che non tocchino i nostri amatissimi libri. Riuscite ad immaginare un mondo senza librerie? Senza quell’inebriante odore emanato dalla carta e dall’inchiostro? È giusto dire che deforestare alberi e foreste è sbagliassimo, ma se l’uomo pensasse a risparmiare la carta in modo più intelligente, sono sicuro che potremmo goderci lo sfogliar delle pagine senza alcun rimorso. Detto questo, preferirò fino alla fine l’inchiostro al “Click”.
          

E adesso fantastichiamo – giusto per rimanere in tema! Chiudi gli occhi e immaginati su una nave, in viaggio verso porti ignoti, all’orizzonte sentore di avventure. Ma le giornate passate sul ponte del vascello stanno diventando monotone e, tra una lettura e un’altra, ti accorgi che quella è l’unica, meravigliosa opportunità per… per liberarti dei tre libri più odiosi e orribili che tu abbia mai letto, gettandoli in acqua! Quali sono questi tre libri che lasceresti in balia delle onde, permettendo che ne sbiadiscano il ricordo e le parole?
Se posso citare Wystan Hugh Auden, “Alcuni libri sono immeritatamente dimenticati; nessuno è ricordato immeritatamente”: Questo per dire che da ogni libro possiamo imparare qualcosa. Ma per non uscire fuori contesto, ti dico che se proprio fossi costretto, sceglierei l’intera saga di “Twilight”. La Meyer si è sentita in grado di sviare quelle che erano le reali caratteristiche di personaggi storici di vampiri e licantropi. Non mi permetterei mai di storcere figure che hanno fatto la storia di questo genere, facendo così dispetto ad illustrissimi colleghi del passato. Hanno tralasciato delle sorti di tradizione, e queste vanno assolutamente seguite.

Che cosa significa per te scrivere?
Tutto. Scrivere significa vivere. Quando scrivi, vivi mille volte, in mille corpi ed in mille anime. La pensi diversamente, inizi ad imparare nuovi concetti e ad accettare quelli diversi, perché ti verrà spontaneo confrontarli. Chi legge impara a volare, chi scrive impara a vedere.


Con la pubblicazione del tuo primo romanzo hai raggiunto un grande traguardo, e colgo l’occasione per farti i complimenti ^^
Ma noi lettori siamo anche curiosi di sapere se hai qualche altra storia in serbo per noi! Hai qualche progetto per il futuro?
Ti ringrazio di cuore, e ringrazio tutti coloro che stanno seguendo con interesse quest’intervista. Sarebbe un vero piacere essere fermato un giorno magari solo per una domanda sulla mia opera. Certamente, ho in progetto tantissime storie, che però andranno riviste e scartate, fino a giungere a quella giusta. In esclusiva per il Pozzo Dei Sussurri, posso dirvi che sono a lavoro per la mia prima ed unica opera che si terrà al di fuori del ramo Fantasy, per abbracciarne uno molto simile. Ho intenzione un giorno di scrivere una storia post-apocalittica, affacciandomi quindi sul fantascientifico. Vi evito dettagli perché mi dilungherei troppo. Di una cosa sono certo. Scriverò finché la mia mente me lo consentirà.


Come dicevo prima, sei riuscito a concludere il tuo primo libro e questa dev’essere una grande soddisfazione. Ma sono in molti apprendisti scrittori che brancolano nel buio, che perdono le speranze o che più semplicemente si impegnano al massimo per raggiungere il tuo stesso obiettivo. Te la senti di darci qualche consiglio?
Non mollare mai. Assolutamente, è il più caldo consiglio che posso dare. Se avete questa passione nel cuore, non date retta a nessuna critica o consigli, ma fate quello che sentite dentro. Ho trovato contestazioni per la mia passione persino tra i miei familiari, ma posso dire che è stato un bene. Ho superato gli ostacoli più imponenti che un’esordiente possa trovare, e questo mi da tutt’oggi coraggio. Non mollare mai, qualunque sia la vostra passione. Quando riuscirete, vedrete come farete ricredere parecchia gente, che verrà a complimentarsi personalmente. A me è successo, ed è per questo che mi sento in dovere di dirvelo. Non mollate mai!



Ebbene, questa era l’ultima domanda! Scusa se mi sono dilungata un po’, ma spero che tu abbia gradito ugualmente la nostra ospitalità ^^
Ti ringrazio ancora una volta per questa intervista, facendo tesoro delle tue risposte. Buona fortuna per il libro e per il futuro!
Ripeto, è stato un vero piacere. È una prima esperienza che ho svolto con entusiasmo, anzi, spero di non esser uscito fin troppo dai parametri. Sono in debito con il vostro magnifico blog e mando un grandissimo bacio a tutti i suoi lettori. Rivolgo un ultimo e caldissimo abbraccio all’intervistatrice!
Se posso, vorrei lasciarvi con la citazione posta sul retro del mio libro:
“Si ha un concetto diverso di immortalità, da giovani. Ti sembra che si possa tenere l’intero pianeta nel palmo della mano, e che il fiore degli anni non appassisca mai. Ma quando vedi oltrepassare i secoli, e vedi i propri cari decadere uno ad uno, il cuore ti si raggrinzisce, e la propria esistenza diventa una completa ed infinita agonia.”
Un bacio a tutti gli amici del Pozzo dei Sussurri!


Con questo, Folletti, saluto anche voi sperando che questo post vi sia piaciuto, 
a presto

Yvaine

2 commenti:

  1. .."Si ha un concetto di immortalità da giovani"...quando ti senti onnipotente e ti sembra di avere il mondo tra le mani...quante belle parlo ha detto questo giovane esordiente...da esse emerge con enfasi la sua creatività, la sua dirompente fantasia e la voglia impellente di trasmetterla al mondo...proverbiale la sua passione per i libri...con l'emozione di toccare la carta stampata...di sentirne l'odore che, indelebile ti accompagna per sempre....veramente in bocc al lupo Tano

    RispondiElimina
  2. Non sono una fan del genere, ma posso assicurare di aver seguito Gaetano nel suo percorso e sono davvero orgogliosa di questo traguardo :)
    Ha talento, innegabilmente, e il consiglio che ha dato (Non mollare mai!) è un monito per tutti...sono davvero contenta!

    Un abbraccio e continua cosi!
    www.justaflea.blogspot.com

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...