mercoledì 27 febbraio 2013

In My MailBox #25

Ciao Folletti! Come state?
Io sono ancora un po’ influenzata e sono in ansia per la verifica di arte di domani!
Ma sono anche contenta perché venerdì con la scuola andrò a vedere uno spettacolo teatrale e forse, durante il tragitto, potrò dedicarmi un po’ alla lettura ^^
Spero solo di non andare in qualche libreria nel tempo libero, altrimenti ne esco con un libro! >__>
Chissà se Yvaine comprerà qualcosa… intanto vediamo gli acquisti di questa settimana!
Prima però ripassiamo le regole della rubrica:

In My MailBox è un appuntamento settimanale di origini americane, che però io e la mia sorellina Mirial del blog Sogni di una notte di Luna piena abbiamo pensato di dare un'impronta un po' più personale. La novità consiste nello scrivervi, sì quale libro abbiamo comprato negli ultimi sette giorni, ma vi riportiamo anche la prima pagina per permettervi di capire meglio se può fare al caso vostro o meno.





Titolo: Warm Bodies.
Autore: Isaac Marion
Pagine: 269
Editore: Fazi Editore
Prezzo: 14.50 €

Trama

R è uno zombie in piena crisi esistenziale. Cammina per un'America distrutta dalla guerra, segnata dal caos e dalla fame dissennata dei morti viventi. R, però, è ancora capace di desiderare, non gli bastano solo cervelli da mangiare e sangue da bere. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore dei cibi, la sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, eppure dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un universo pieno di meraviglia e nostalgia. Un giorno, dopo aver divorato il cervello di un ragazzo, R compie una scelta inaspettata: intreccia una strana ma dolce relazione con la ragazza della sua vittima, Julie. Un evento mai accaduto prima, che sovverte le regole e va contro ogni logica. Vuole respirare, vuole vivere di nuovo, e Julie vuole aiutarlo. Il loro mondo però, grigio e in decomposizione, non cambierà senza prima uno scontro durissimo con...

Estratto

Sono morto, ma non è poi così male. Ho imparato a convincerci. Mi spiace di non potermi presentare come si deve, ma non ho più un nome. Quasi nessuno di noi ce l’ha. Smarriti come chiavi di automobili, dimenticati come anniversari. Il mio credo cominciasse per “R”, ma è tutto ciò che so. La cosa buffa è che, fintanto che ero vivo, non facevo che dimenticare i nomi degli altri. Il mio amico “M” dice che uno dei paradossi dell’essere uno zombie è che è tutto buffo, ma non puoi ridere, perché le labbra si sono putrefatte.
  Nessuno di noi è particolarmente attraente, ma la morte è stata più gentile con me. Sono ancora ai primi stadi della decomposizione. Solo la pelle grigia, un odore sgradevole, cerchi neri sotto gli occhi.


Avanti, lo so che tra di voi c’è qualcuno che ha fatto qualche pazzia! u.u
Cos’avete comprato? ;)




Yvaine

2 commenti:

  1. Ho amato quel libro, peccato per il finale un pò troppo frettoloso!!!

    RispondiElimina
  2. Mary, credo che lo amerò anche io.. se mai troverò il tempo di leggere -_-
    Spero di poterlo fare presto e di scriverne una recensione! ^^

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...