giovedì 28 febbraio 2013

Les Misérables. Un musical assolutamente da vedere!


Lo so, lo so, avete già sentito parlare ovunque di questo musical e sono stata tentata di non scrivere più questo post, dato che probabilmente al cinema ormai non è più prevista la trasmissione.
Però in fondo questo spazio nasce per condividere passioni, emozioni, esperienze e pareri. Dunque perché non parlarvene?



Trama




Les Misérables è l'adattamento cinematografico di uno dei musical di maggior successo di tutto i tempi e tratto dal celebre romanzo di Victor Hugo. Siamo nella Francia della prima metà dell'Ottocento. Protagonista della storia è Jean Valjean, appena uscito di prigione in cerca di redenzione. Sotto falso nome, diventa un fortunato imprenditore e sindaco di una città della provincia francese. Perseguitato dall'ispettore Javert, è costretto a fuggire nuovamente, portando con sé la piccola orfana Cosette, che alleva come una figlia.





 Commento

Ci tengo come al solito a sottolineare la mia scarsa competenza in merito a film e musical, perciò il mio parere è quello di una semplice spettatrice ignorante che valuta più i contenuti, gli attori che non la scenografia e la regia.
Come saprete, si tratta di un film interamente cantato in cui il parlato si riduce ad un semplice "sì" o "no"; insomma, battute di poca importanza. 
Quando l'ho scoperto ho pensato: "No, non posso guardarlo! Non ce la farò mai!"
Ma alla fine mi sono impuntata e ce l'ho fatta, ho resistito. E ho fatto molto di più: mi sono emozionata grazie alla bravura degli attori, anzi, dei cantanti. E' stato bello riscoprire alcuni di essi dal punto di vista canoro, mi sono stupita nel sentire la voce mozzafiato di Hugh Jackman e di molti altri.
Anne Hathaway non si è smentita e, per quanto rimanga sulla scena meno della metà del film, fa in modo che lo spettatore si ricordi di lei, del suo volto stravolto dal dolore e dal suo canto che fa rabbrividire anche il più insensibile degli uomini. 
Voglio ricordare anche Samantha Barks nel ruolo di Eponine, Amanda Seyfried, Eddie Redmayne, Isabelle Allen che ha interpretato Cosette da bambina.
Ognuno di loro mi ha dato qualcosa, mi ha fatto provare un'emozione nuova e intensa. Per non parlare del finale da brivido! *___*
Apprezzo la scelta del sonoro in lingua originale e dei sottotitoli, rende molto di più, anche se è vero che lo spettatore può perdersi qualche passaggio nel tentativo di leggere. Per questo ritengo che sia necessario documentarsi prima di andare al cinema e magari rivederlo una seconda volta, se possibile.
Assolutamente azzeccata la scelta di far cantare gli attori dal vivo. C'è chi ha criticat il regista per questo, ma io credo che invece dovrebbe essere lodato: le impercettibili sbavature (che mi sembra di aver colto, ma non credo ce ne siano davvero) non fanno altro che rendere tutto ancora più realistico.
L'unica pecca che ho trovato è la poca comprensibilità di alcuni pezzi, causa ignoranza dello spettatore, cioè me stessa. Ammetto che ero completamente all'oscuro della trama del capolavoro di Victor Hugo, per questo ho avuto un po' di difficoltà nel seguire alcuni passaggi.
Perciò, tirando le somme..
Les Misérables è un film che merita di essere visto, forse a prescindere dal fatto che possa piacere o non piacere, ma mettendo al primo posto la cultura. Se come me avete solo qualche sommaria notizia riguardo l'autore e la trama del romanzo, prima di guardare il musical informatevi, sarà utile per la comprensione della storia. 
Infine consiglio di vederlo una seconda volta, anche solo degli stralci, per apprezzarne meglio i messaggi, i contenuti e dare maggior attenzione alla vista e, soprattutto, all'udito.






Buona visione!
Voto:

Yvaine




Ecco alcune canzoni. Sono quelle che non ho fatto altro che cantare per giorni
 
My castle on a cloud




I dreamed a dream







In my life

 

5 commenti:

  1. Ciao Yvaine, anche io non ho ancora letto i Miserabili grave mancanza!!! Ho letto alti libri di questo autore però (Notre Dame de Paris, L'uomo che ride) e li ho trovati bellissimi! Cmq il musical voglio assolutamente vederlo, e sono contentissima che non abbiano tradotto i vari pezzi a mio parere ne avrebbe risentito troppo il film, sono un'accanita sostenitrice della lingua originale ;-)
    Domanda: adesso che hai visto il musical pensi di leggere il libro?
    Un saluto!

    RispondiElimina
  2. Bellissimooo!! non vedo l'ora di vederlo!!

    RispondiElimina
  3. Cio Jerry! Beata te che almeno hai letto qualcosa di Victor Hugo, io zero assoluto T_T
    Però sì, ho intenzione di rimediare e di leggere "I Miserabili" il più presto possibile! In questo periodo sbranerei tutti i libri che ho in casa e anche quelli che ancora non ho u.u
    Anche io preferisco di gran lunga la lingua originale! Questo però soprattutto nei telefilm e negli anime.. Nei film i doppiaggi sono abbastanza decenti.

    @Mary, mi fa piacere che tu sia tornata a commentare!
    Fammi sapere cosa ne pensi! ^^

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    Ho visto di sfuggita un'immagine de "Les Miserables" sul blog e non ho potuto fare a meno di leggere il post che riguarda la recensione del film-musical. Anch'io l'ho visto assieme ad un gruppo di amici (e devo dire che nessuno di noi sapeva che si trattasse di un film-musical!): ho adorato il modo con cui è stato girato, i costumi bellissimi di scena, gli attori tutti quanti eccezionali e alcune delle canzoni erano splendide, commoventi, patriottiche... ma, a mio parere, non ci sono abbastanza dialoghi.Ci sono film-musical contenenti più di tre dialoghi, ma questo ne è praticamente sprovvisto. La cosa mi ha dato un po' fastidio, perché è come se avessero cantato ininterrottamente per due ore di fila. Insomma, se non fosse stato per questo piccolo dettaglio, avrei dato sicuramente un 5... ma, ripensandoci, dal mio punto di vista questo film merita un 3 e mezzo. Ripeto: gli attori, a mio dire, sono stati eccezionali! ^^

    RispondiElimina
  5. Ciao! Bellissima descrizione io prima di vedere il film(purtoppo in streaming)avevo letto il libro e a tutti coloro che non l'hanno ancora letto consiglio di farlo, merita davvero è abbastanza lunga come lettura ma è scorrevole e difficilmente vi annoierà, i personaggi sono descritti nei minimi dettagli e bhe...leggendo di marius me ne sono innamorata e anche se adoro cosette, l'amore di eponine è qualcosa di straziante..per non parlare degli amici dell'abc, gavroche e fantine!
    Ok adesso la smetto
    ps. blog davvero interessante brava!
    -nihal-

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...