mercoledì 24 luglio 2013

In My MailBox #27



Buon pomeriggio Folletti e benvenuti alle ventisettesima puntata di In My MailBox! ^^
Sarà un po' impegnativa, visto che dovrò aggiornarvi di tutti gli acquisti che ho fatto in questi mesi di assenza.
Prima di passare al carrello degli acquisti andiamo a ricordare le regole della rubrica ;)



In My MailBox è un appuntamento settimanale di origini americane, che però io e la mia sorellina Mirial del blog Sogni di una notte di Luna piena abbiamo pensato di dare un'impronta un po' più personale. La novità consiste nello scrivervi, sì quale libro abbiamo comprato negli ultimi sette giorni, ma vi riportiamo anche l'incipit per permettervi di capire meglio se può fare al caso vostro o meno.

Ringrazio Reina del blog Il Portale Segreto per avermi regalato questo libro **


Titolo: Le rovine di Gorlan. L'apprendista del Ranger.
Autore: John Flanagan
Pagine: 376
Editore: Mondadori Junior
Prezzo: 8.00 €
  Serie: In Italia sono stati pubblicati solo 
i primi tre capitoli della serie, 
composta in realtà da ben 12 volumi

Trama

 Will vuole diventare un cavaliere come suo padre, ma la Scuola d'Armi del Castello di Redmont ha rifiutato la sua richiesta: "Tu non sei un cavaliere. Non lo sarai mai!" Un maestro schivo e misterioso lo accoglie tra i suoi discepoli: "II ragazzo deve diventare un ranger, un agente segreto, una guardia del regno, un custode della pace". Comincia l'apprendistato, ma non c'è tempo per studiare: la vita del Re è in pericolo.

Estratto 

 Prologo

Morgarath, sovrano delle Montagne delle Tenebre, un tempo barone di Gorlan nel regno di Araluen, stava contemplando assorto la sua terra desolata e battuta dalla pioggia, e forse per la millesima volta di quel giorno, lanciò un'imprecazione.
Quello era tutto ciò che gli era rimasto: un mucchio di scarpate scoscese di granito, macigni sparpagliati qua e là e vette ghiacciate. Burroni a strapiombo e valichi ripidi e stretti. Nient'altro che pietre e rocce, nemmeno un albero o un fazzoletto d'erba a rompere la monotonia del paesaggio.



Titolo: La vera storia di Una Fairchild.
Autore: Marissa Burt
Pagine: 297
Editore: Fanucci Editore
Prezzo: 14.50 €
  Serie: 01. La storia di Una Fairchild;
                         02. Story's End (non ancora pubblicato)

Trama

Può un libro regalarti un viaggio nel mondo della fantasia, dove tu sei l'unica protagonista e puoi scriverne la storia? Entra nel meraviglioso mondo di Una Fairchild tra mille pericoli e tante avventure... Nel paese di Story, i ragazzi vanno a scuola per imparare a diventare personaggi: l'Eroe perfetto, il fedele Aiutante, oppure il peggiore dei Cattivi. Fanno lezione su Ricerca Sperimentale all'Aperto, mentre gli adulti cercano lavori come personaggi in storie scritte proprio per loro. La dodicenne Una Fairchild si è sempre sentita invisibile. Ma tutto cambia quando incappa in un libro misterioso, seppellito nello scantinato della biblioteca scolastica, apre la copertina e improvvisamente si ritrova nella magica terra di Story. Ma la Storia non è una fiaba perfetta. Peter, il nuovo amico di Una, la mette in guardia contro il pericolo che potrebbe affrontare se qualcuno scoprisse la sua vera identità. L'ambiguo Custode delle Storie controlla ogni sua mossa. E si bisbiglia di un terribile segreto al quale forse lei appartiene...

Estratto

1

Una si diceva spesso di essere invisibile. Forse era questo il motivo per cui la gente, negli altri, le passava accanto sfiorando a malapena con lo sguardo la sua esile figura, come facesse parte dello sfondo: un banco, un libro, un'aula, una ragazza. Poteva anche essere il motivo per cui la signorina McDonough, seduta al bordo di una vecchia sedia rosa ammuffita, parlava ai suoi gatti di Una come se lei non fosse lì.



Titolo: Il clan della lupa.
Autore: Maite Carranza
Pagine: 316
Editore: Tea
Prezzo: 8.60 €
  Serie: 01. Il clan della lupa
                         02. Il deserto di ghiaccio
03. La maledizione di Odi

Trama

Anaïd Tsinoulis ha quattordici anni, ma è minuta ed esile e ne dimostra appena dieci. In più la piccola è oscurata da sua madre Selene, una donna bellissima e sensuale, che attira su di sé tutti gli sguardi e le attenzioni. Ma improvvisamente Selene scompare e Anaïd si ritrova sola, affidata alla zia Criselda, la sorella della nonna materna. Una strana convivenza, perché la zia, assieme alle amiche della madre, parla di cose sinistre e oscure, di profezie e tradimento, e in una notte indimenticabile rivela ad Anaïd un'inquietante verità: la piccola è una strega, come tutte loro, e discende da una stirpe perennemente in guerra con un altro clan. Sua madre sarebbe stata colei che, secondo un'antica profezia, avrebbe deciso le sorti dello scontro. Turbata dalla rivelazione e impressionata dai nuovi poteri, Anaïd comincia un difficile viaggio dentro se stessa e dentro la magia più oscura, nel tentativo di strappare sua madre alle forze del male e a compiere la propria iniziazione di strega...

Estratto

CAPITOLO UNO

 La bambina dormiva nella sua stanza dai soffitti altissimi e dalle pareti imbiancate mille e una volta. Una stanza allegra in una casa di paese, che profumava di legna e latte dolce appena munto. Le imposte erano verniciate di verde, come i motivi del kilim che copriva il pavimento di legno, i quadri appesi alle pareti, e i dorsi dei libri ammucchiati sulle mensole insieme a molti altri rossi, gialli, arancioni e blu.


Titolo: Io sono un gatto.
Autore: Natsume Soseki
Pagine: 466
Editore: Beat
Prezzo: 9.00 €
 
Trama

 Il Novecento è appena iniziato in Giappone, e l'era Meiji sta per concludersi dopo aver realizzato il suo compito: restituire onore e grandezza al paese facendone una nazione moderna. Il potere feudale dei daimyo è un pallido ricordo del passato, così come i giorni della rivolta dei samurai a Satsuma, e l'esercito nipponico contende vittoriosamente alla Russia il dominio nel Continente asiatico. Per Nero, il gatto di un vetturino che spadroneggia nel quartiere in cui si svolge questo romanzo, i frutti dell'epoca moderna non sono per niente malvagi: ha un pelo lucido e un'aria spavalda impensabili fino a qualche tempo fa per un felino di così umile condizione. Per il protagonista di queste pagine, invece, un gatto dal pelo giallo e grigio, che i suoi simili sbeffeggiano chiamandolo "Senza nome", le cose non stanno così: dinanzi ai suoi occhi si dispiega tutta l'oscura follia che aleggia in Giappone all'alba del XX secolo. Il nostro eroe vive a casa di un professore che si atteggia a grande studioso e che, quando torna a casa, si chiude nello studio. Di tanto in tanto il gatto va a sbirciarlo e puntualmente lo vede dormire. Certo, il luminare a volte non dorme, e allora si cimenta in bizzarre imprese. Compone haiku, scrive prosa inglese infarcita di errori, si esercita maldestramente nel tiro con l'arco, recita canti no nel gabinetto, spettegola della vita dissoluta di libertini e debosciati... Insomma, mostra a quale grado di insensatezza può giungere il genere umano in epoca moderna... 


Estratto

1.

Io sono un gatto. Un nome ancora non ce l'ho.
Dove sono nato? Non ne ho la più vaga idea. Ricordo soltanto che miagolavo disperatamente in un posto umido e oscuro. E' lì che per la prima volta ho visto un essere umano. Si trattava di uno di quegli studenti che vivono a pensione presso un professore - mi hanno poi detto - e che fra tutti gli uomini sono la specie più perversa.


Titolo: Joyland
Autore: Stephen King
Pagine: 350
Editore: Sperling&Kupfer
Prezzo: 19.90 €
 
Trama

Estate 1973, Heavens Bay, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e con il cuore a pezzi, perché la sua ragazza lo ha tradito. Per dimenticare lei e guadagnare qualche dollaro, decide di accettare il lavoro in un luna park. Arrivato nel parco divertimenti, viene accolto da un colorito quanto bizzarro gruppo di personaggi: dalla stramba vedova Emmalina Shoplaw, che gli affitta una stanza, ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui e ben presto inseparabili amici; dall'ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre anche che il luogo nasconde un terribile segreto: nel Castello, infatti, è rimasto il fantasma di una ragazza uccisa macabramente quattro anni prima. E così, mentre si guadagna il magro stipendio intrattenendo i bambini con il suo costume da mascotte, Devin dovrà anche combattere il male che minaccia Heavens Bay. E difendere la donna della quale nel frattempo si è innamorato. 


Estratto

La macchina ce l'avevo, ma la maggior parte delle volte, in quell'autunno del 1973, me la feci a piedi da Joyland agli appartamenti sulla spiaggia della signora Shoplaw, a Heaven's Bay. Sembrava la soluzione migliore. L'unica, in effetti. Ai primi di settembre, Heaven's Beach era quasi completamente deserta, in perfetta sintonia con il mio umore.



Titolo: Il regno dei draghi
Autore: Julie Conrad
Pagine: 409
Editore: Tea
Prezzo: 9.00 € 
Serie: 01. Il regno dei Draghi
                         02. Il risveglio dei draghi
03. La missione dei draghi
 
Trama

 C'è stato un tempo in cui il mondo creato dalle Tre Sorelle, le dee dragonesse custodi dell'ordine e dell'armonia, era popolato da uomini e draghi, che vivevano in pace e prosperavano. Su di loro vegliavano i Draghi Astrali Phuram e Datura - il sole e la luna -, che assicuravano l'equilibro tra le forze del Bene e quelle del Male: perché nel desolato regno di Chatundra vivevano le orribili creature fedeli a Drydd, il malvagio Drago d'Ambra relegato dalle Sorelle nell'oscurità degli abissi marini. Poi, un giorno, Phuram aveva tradito le Sorelle e si era alleato con i draghi di Chatundra, scatenando una guerra che, dopo millenni di battaglie, morte e distruzione, non è ancora conclusa. Ormai l'ultima speranza è rappresentata da un'antica profezia: saranno necessari tredici uomini - tredici orfani marchiati dall'Artiglio di Drago - per sconfiggere l'esercito del Male e riportare nel mondo la pace. Ma nessuno sa chi siano i prescelti, e le due stirpi di draghi lottano per individuarli. Il compito di scovare e aiutare i Tredici viene affidato ai Raccoglitori, pronti a ogni sacrifìcio pur di far trionfare il Bene. Contro di loro, però, si erge il Principe Cadavere, crudele e astuto comandante delle creature degli abissi, che ha come unico scopo quello di trovare e uccidere gli eletti a uno a uno...

Estratto

L'ATTACCO DAGLI ABISSI

Nel sud, sull'alto tavolato del regno di Rachmibon, una magnifica creatura riposava tra l'erba profumata di timo e salvia. Era un drago dell'importante ordine dei Miminay, i draghi del fuoco, e dunque difficile da descrivere, perché l'aspetto esteriore di quegli esseri, che vivevano contemporaneamente in tutte le dimensioni e potevano cambiare forma a piacere, era mutevole come quello delle nuvole durante un temporale.

Bene, finalmente ho finito! 
E voi? Di recente avete comprato qualcosa? ^^

Yvaine

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...