mercoledì 13 luglio 2016

Recensione: Fiabe in rosso di Lorenzo Naia e Roberta Rossetti

Buongiorno Lettori!
Era da un po' che dovevo parlarvi di questo libro, ho scritto finalmente la recensione la settimana scorsa, ma mi sono dimenticata di pubblicarla perché in preda al ripasso per l'ultimo esame di questa sessione.
Direi che ha atteso abbastanza, quindi vi lascio alla recensione ;)


Titolo: Fiabe in Rosso
Autore: Lorenzo Naia e Roberta Rossetti
Pagine: 64
Editore: VerbaVolant Edizioni
Prezzo: 12.00 €


Trama

“Fiabe in rosso” è un progetto nato a quattro mani contro la violenza sulle donne e gli stereotipi di genere. Si tratta di una breve raccolta di fiabe della tradizione, tutte con protagoniste femminili, ma con finali rivisitati. Perché ciò che ogni bimbo dovrebbe imparare è che il finale della propria storia, il finale della propria vita, non deve essere scontato, non deve essere uno solo, non deve essere – soprattutto – già deciso da qualcun altro. La felicità non consiste necessariamente nel trovare il principe azzurro, ma nel guadagnarsi la propria strada e il proprio posto nel mondo.
Il rosso vuole essere un po’ il trait d’union tra le varie storie, come citazione del progetto “Zapatos Rojos” dell’artista messicana Elina Chauvet.
Le illustrazioni utilizzano uno stile misto: prevalgono i dettagli rossi ai quali si aggiungonoi inserti di quotidiani utilizzati a mo’ di collage, come aggancio alla realtà e alla cronaca.




Fiabe in rosso raccoglie la rivisitazione di cinque celebri fiabe della tradizione: Mignolina, Cappuccetto Rosso, Biancaneve, Rosaspina e Raperonzolo. I motivi che rendono questo libro diverso dagli altri tentativi sono essenzialmente tre.
L'idea alla base è quella di esplorare finali diversi per ciascuna delle protagoniste, andando al di là del classico happy ending in cui la principessa si sposa col principe di turno. Perché? Per riconsegnare a ciascuna delle protagoniste le redini del proprio destino, per insegnare che ognuno di noi può e deve scegliere la propria strada. 
Molto significativo è poi l'intento di voler dare un contributo nella lotta contro la violenza di genere: quale modo migliore di sfruttare le fiabe, apprezzabili dagli adulti, ma in primo luogo rivolte a quelli che saranno gli uomini e le donne di domani? 
Gli stessi autori scrivono:
[...] non è certo con un libro che si può sanare una modalità relazionale malata e violenta. Con un libro, però, si può educare ad un'affettività sana e costruttiva, questo sì. E l'arma più potente per contrastare fenomeni socio-culturali disfunzionali e pericolosi è proprio l'educazione delle nuove generazioni.
La stessa copertina è una citazione dell'artista messicana Elina Chauvet autrice del progetto Zapatos Rojos ("scarpe rosse" in spagnolo) che, nella sua fase finale, prevede l'installazione di scarpe da donna rosse per denunciare l'omertà che riguarda la scomparsa e l'uccisione di donne a Ciudad Juàrez e contro la violenza di genere. Il rosso viene poi ripreso all'interno dalle bellissime illustrazioni: Roberta Rossetti utilizza solo tre colori, il bianco, il nero e il rosso, apponendo anche dei ritagli di giornale come collegamento all'attualità.
L'ulteriore motivo di pregio di Fiabe in Rosso, poi, risiede nel saper parlare di azioni violente. Nel corso della storia abbiamo assistito alla progressiva scomparsa della crudeltà e del sangue dalle fiabe. Qui invece Lorenzo Naia recupera questo aspetto e le versioni originali dei Grimm, restituendoci al contempo un aspetto importante della realtà: il male, gli ostacoli, fanno parte della vita.
Il bello di questo libricino è dunque leggere storie che conosciamo già attraverso queste importanti chiavi di lettura.



Lo avete letto? Vi incuriosisce?

Yvaine

3 commenti:

  1. Molto molto interessante Yvaine *_* un libro assolutamente che entra in wl!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Sono Forever and ever del blog Un libro per due amiche. Dopo anni ho deciso di aprire un nuovo blog sulla lettura, se ti va passa a dare un'occhiata: https://diaryofabookishlife.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Ciao! Sono Forever and ever del blog Un libro per due amiche. Dopo anni ho deciso di aprire un nuovo blog sulla lettura, se ti va passa a dare un'occhiata: https://diaryofabookishlife.blogspot.it/

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...