domenica 13 novembre 2016

Pisa Book Festival 2016



Quest'anno non mi faccio mancare nulla: dopo il Salone di Torino, una toccata e fuga al Bordighera Book Festival e il Lucca Comics, sono approdata anche al Pisa Book Festival, in veste di amministratrice di SEMEPI (se non sapete di cosa si tratta cliccate QUI), accompagnata da Chiara, la mia coinquilina.
Yvaine, ma non avrai coprato troppi libri quest'anno?, direte voi. 
E c'avete pure ragione.
Infatti non sono andata lì per fare acquisti, bensì per intervistare e, ovviamente, per assistere ad alcuni incontri molto interessanti.



Col sostegno morale di Chiara e facendomi reggere una penna utile solo a fare scena, ho intervistato dal vivo Giordana Gradara, editrice della Plesio Editore, e ho conosciuto due autori, Federico Al Galdi e Marco D. Dollera, che mi hanno incuriosita, ma, mannaggia al portafoglio, non ho potuto acquistare i loro libri. 
Qualche stand più in là abbiamo fatto due chiacchiere con Alessio Del Debbio che ci ha presentato anche la fondatrice dell'associazione SEU - Scrittori Emergenti Uniti. Al loro stand abbiamo avuto il piacere di conoscere Valentina Bellucci, che forse alcuni di voi avranno già sentito nominare. Insieme abbiamo parlato di libri, autori, editori e ci siamo lasciate con la promessa di organizzare qualcosa.

Venendo invece agli incontri proposti dal programma di sabato pomeriggio, ve lo devo confessare, ho conosciuto quelli che diventeranno i miei mariti. Perché se esiste la poligamia non vedo perché non debba esistere la poliandria.
Il primo è sicuramente Björn Larsson, i cui libri sono tradotti e pubblicati da Iperborea.
Innanzi tutto diciamolo:  Björn parla italiano.
Ha parlato del mare nella letteratura, di quelli che per lui sono romanzi sul mare, di quanto questo elemento abbia influenzato la sua vita e i suoi libri.
Il secondo è Chen Jiang Hong, un artista cinese trasferitosi in Francia: scrive e illustra libri per bambini, raccontando la storia e le tradizioni della Cina.
E allora, mi dispiace mamma e papà per aver speso i vostri soldi, ma ho ceduto. Ho ceduto alla tigre cinese e ho comprato. Sì, ho comprato un libro di quest'uomo e me lo sono fatto autografare con tanto di disegno bellissimo realizzato con pennello e china. Perché quando mi ricapitava più? 
Vi dico solo che al bambino davanti a me gli ha fatto il ritratto, disegnando persino il cappellino che aveva in testa!
Tra tutti i suoi titoli pubblicati in Italia ho deciso di prendere Sann perché mi ha ricordato vagamente uno dei personaggi della storia che sto cercando di portare a termine.



Nei prossimi giorni troverete dettagliatamente il resoconto completo di tutte queste belle esperienze, sia qui sia sul blog relativo a SEMEPI. Devo solo trovare il tempo di riascoltare le registrazioni.

E mi raccomando: partecipate alle fiere e spendete bene i vostri soldi. Si incontrano un sacco di persone che condividono i nostri interessi e trovate delle occasioni che proprio non potete permettervi di perdere.

2 commenti:

  1. Piacere di averti conosciuto! E sempre Forza ALbion! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio e grazie sia per l'intervista sia per essere passato :)
      Ovviamente, sempre forza Albion!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...